venerdì 30 settembre 2016

Ultime letture: La 2° guerra mondiale - Sesto volume (Gli albi di Orient Express n. 47)

Il selvaggio che dà il titolo al primo episodio vuole vendicare il villaggio distrutto dalle bombe giapponesi e lo fa alleandosi con "i bianchi". Vuole testa del capo dei giapponesi e la ottiene, letteralmente.
La maestra del secondo episodio accoglie un giovane paracadutista, atterrato dentro la serra la notte dello sbarco in Normandia. Arriva una pattuglia tedesca e la donna e il giovane riescono addiruttura a catturare i nemici chiudendoli in cantina.
Due piccoli episodi che D'Antonio ci racconta per meglio descrivere gli scenari di guerra, due racconti di fantasia inseriti in un rigoroso contesto storico. Sempre piacevoli da leggere le storie de La 2° guerra mondiale, anche in questo albo si mantengono ad alti livelli.






Non mi risultano ristampe di questi fumetti per cui non resta che il mercato dell'usato.

mercoledì 28 settembre 2016

Ultime letture: Ut numeri da 1 a 6


Questa miniserie, che per quanto riguarda l'edizione da edicola fa parte della collezione dei Romanzi a fumetti, dal n. 24 al n. 29, è stata veramente un evento come recitava la pubblicità. Non perché è la prima volta che la Bonelli realizza un'edizione variant per fumetterie di una serie da edicola, ma per il contenuto della stessa. Pur mantenendo la tradizione del formato, della costruzione delle tavole, del bianco e nero, ecc., la storia è decisamente innovativa, per non dire estranea, se confrontata con le altre pubblicazioni dello stesso editore. Non è di immediata comprensione e questo può far storcere il naso a molti amanti del classico bonelliano. Gli autori ci presentano un loro universo narrativo, un mondo che non è più il nostro ma il parto della loro fantasia. Alla fine l'interesse sta tutto qui, nello scoprire la realtà in cui si muovono i personaggi; la trama sembra restare in secondo piano.



lunedì 26 settembre 2016

Ultime letture: Il segreto dell'Espadon (tre volumi Comic Art)

La prima avventura di Blake e Mortimer rappresenta il percorso verso la maturità di Jacobs. Se il tratto nei primi due volumi è ancora un po' appesantito, nel terzo raggiunge quella raffinatezza dello stile che sarà poi chiamato "linea chiara". I testi sono coinvolgenti e nonostante la tipica verbosità, riescono a creare quell'atmosfera di tensione che sarà la caratteristica principale ed affascinante di tutta la serie. Non è fra le migliori storie di questi personaggi e presenta alcune ingenuità comuni ai fumetti dell'epoca (fine anni '40), ma anche a distanza di tanto tempo si fa leggere con molto piacere, come avviene per i classici.




I tre volumi sono stati ristampati varie volte e possono essere acquistati direttamente dagli editori. Segnalo il sito di Alessandro Editore e l'edizione più economica nello store della Gazzetta dello Sport.

sabato 24 settembre 2016

Ultime letture: Verso l'america

Questa non sarà l'unica storia di Baru con protagonista un pugile, anni dopo realizzerà L'arrabbiato, ma qui si va oltre la boxe. Il contesto storico è la lotta per l'indipendenza dell'Algeria e Said Boudiaf si trova di fronte ad una scelta difficile, fra la carriera sportiva e la fedeltà alla causa del suo paese. Le vittorie sul ring se ne stanno in secondo piano e la storia procede fra rapporti umani, familiari e politici. Un bel libro che emoziona, coinvolge e suscita interesse per i precisi riferimenti storici.



Il libro è pubblicato da Coconino Press è può essere acquistato sul sito a 16,00 Euro.

giovedì 22 settembre 2016

Ultime letture: L'amore è una pianta verde

Altra antologia che Coconino Press dedica a Loustal dopo La notte dell'alligatore; qui sono presentate nove brevissime storie di cui due in bianco e nero. Stili diversi in questi fumetti, dalle tipiche due vignette grandi a colori per ogni tavola, con sole didascalie, ad un classico bianco e nero su tre strisce con i ballons, passando per una storia senza parole e due con didascalie in rima, praticamente testi per canzoni. Rapidi flash che colpiscono allo stomaco, talvolta stupiscono, sempre affascinano.



Il libro non si trova più sul sito dell'editore ma può essere acquistato altrove.

martedì 20 settembre 2016

Ultime letture: Il raggio "U" (Comic Art)

Nella puntuale introduzione Gianni Brunoro spiega che questa storia apparve fra il 1943 ed il '44 sulle pagine del settimanale belga Bravo, con tavole costruite sullo schema di quelle del Flash Gordon di Raymond di cui prendeva il posto. Non era mai stata ristampata fino al 1974, quando lo stesso Jacobs curò la reimpaginazione in 43 tavole, "senza sopprimere nemmeno una vignetta" ed inserendo i balloons che prima non c'erano. In questo nuovo formato venne pubblicata per la prima volta in Italia dalla Comic Art, in questo numero 11 bis della collana Grandi Eroi, nel giugno 1987 a pochi mesi dalla morte dell'autore. Le ingenuità dei fumetti degli anni '40 ci sono tutte ma, oltre agli spunti narrativi che si ritroveranno in Blake e Mortimer (evidenziati da Brunoro), c'è in embrione la forza delle storie di Jacobs che si manifesta nella tensione che riesce a trasmettere al lettore. Questo libro non offre molto, è soprattutto una curiosità ed un documento interessante e propedeutico alla lettura delle avventure di Blake e Mortimer in quanto introduce allo stile narrativo del grande autore belga.




Questa storia è stata inclusa nelle recente ristampa delle avventure di Blake e Mortimer, collana Classici dell'avventura a fumetti n. 24 e può essere acquistato ad € 3,99 nello Store della Gazzetta dello Sport.

domenica 18 settembre 2016

Ultime letture: La 2° guerra mondiale - Quinto volume (Gli albi di Orient Express n. 45)

Nell'episodio Un caso d'onore la guerra sembra più lontana; siamo in Sicilia e D'Antonio ci racconta di una ragazza vista salire su un camion tedesco e quindi "disonorata". Toccherà al fratello, succube della madre, trovare il militare e portarlo a casa.
La seconda parte di questo albo è forse l'episodio più bello dell'intera serie: Lezione di storia (ristampato nel volume Eroi e battaglie di frontiera). Assistiamo al dialogo fra un nativo americano, precipitato con l'aereo durante un bombardamento su Berlino, ed un semplice cittadino tedesco che nasconde in casa una ragazza ebrea. L'indiano rimprovera al popolo tedesco di aver consentito l'ascesa al potere di Hitler ed osa paragoni con le gesta dei suoi antenati. L'altro, che in precedenza aderiva al partito socialista, spiega quali fossero le condizioni del paese, devastato dalla prima guerra, e denuncia a sua volta l'inerzia degli altri paesi, gli "alleati", durante quegli anni: "Ma voi... dove eravate? Non è accaduto in un giorno! Dov'era l'America, dove l'Inghilterra, dove la Francia quando Hitler dava la scalata al potere? Dove erano mentre si impadroniva dell'Austria... dove, mentre allungava gli artigli sulla Cecoslovacchia? La vostra debolezza fu la forza di Hitler!"



Non mi risultano ristampe di questi fumetti per cui non resta che il mercato dell'usato.

venerdì 16 settembre 2016

Ultime letture: Le avventure di Sherlock Holmes terzo volume (Gli albi di Orient Express n. 44)

Ultimi due episodi dovuti alla straordinaria coppia formata da Giancarlo Berardi e Giorgio Trevisan. Nel primo Holmes prosegue l'indagine dopo che il cliente è morto, sentendosi in parte colpevole di non averlo protetto. Nel secondo indaga su un delitto che in realtà non è mai avvenuto. Trovo che il personaggio di Conan Doyle sia perfetto per lo stile sintetico di Berardi e le matite tratteggiate di Trevisan; questi albi sono semplicemente bellissimi.



Le sei storie di Sherlock Holmes di Berardi e Trevisan, dopo la prima pubblicazione sulla rivista L'Eternauta, sono state ristampate più volte. L'ultima mi risulta essere, in unico volume, il n. 29 della collana I maestri del fumetto pubblicata da Mondadori nel 2009.

mercoledì 14 settembre 2016

Ultime letture: La 2° guerra mondiale - Quarto volume (Gli albi di Orient Express n. 43)

Proseguendo il racconto della guerra attraverso brevi episodi accompagnati dalle tavole didascaliche, D'Antonio si sposta nel Pacifico dove Il ragazzo del titolo della prima storia non è il vero protagonista; al centro del racconto c'è l'ornitologo che compirà un atto di eroismo.
Nella seconda storia torniamo in Russia, La città morta è Stalingrado dove un giornalista tedesco si rende conto di persona delle menzogne della propaganda di regime ma non riuscirà a completare il suo pezzo.
Tutte le storie di guerra sono inevitabilmente improntate su atmosfere tragiche, ma mentre il ragazzo del primo episodio avrà un futuro e rappresenta quindi la speranza, a Stalingrado c'è solo morte e distruzione.



Non mi risultano ristampe di questi fumetti per cui non resta che il mercato dell'usato.

lunedì 12 settembre 2016

Ultime letture: La 2° guerra mondiale - Terzo volume (Gli albi di Orient Express n. 41)

Operazione barbarossa è il nome dato all'avanzata tedesca in Russia, teatro di guerra oggetto, e titolo, della prima storia di questo albo. Una donna russa la cui abitazione viene requisita, all'inizio sembra condividere le idee dell'ufficiale tedesco, poi assiste ad azioni violente da parte delle SS ed il suo atteggiamento cambia completamente.
Il secondo episodio si intitola I samurai e narra del rapporto fra un padre fanatico dell'antica tradizione dei samurai ed un figlio che rifugge la violenza, entrambi imbarcati su una portaerei che partecipa all'attacco a Pearl Horbour.
Due piccole storie, semplici ma intense, come tutte quelle che compongono questa bellissima serie.

I brevi episodi disegnati da Tacconi continuano ad essere incorniciati dalle tavole didascaliche di D'Antonio con il suo "documentario" che porta avanti di albo in albo la cronologia degli eventi bellici. Difficile decidere se le pagine di D'Antonio siano al servizio di quelle di Tacconi, magari intese come introduzioni, o piuttosto il contrario, non siano cioè le storie di fantasia ad intervallare la Storia reale, farla comprendere meglio e renderne aggiormente piacevole la lettura.





Non mi risultano ristampe di questi fumetti per cui non resta che il mercato dell'usato.

sabato 10 settembre 2016

Ultime letture: Interni volumi 2 e 3

Dopo il primo volume Ausonia decide che il racconto della "miserevole vita di uno scrittore di successo" continua e così ne escono un secondo ed un terzo. Tutti e tre sono strettamente legati fra loro tanto che le copertine risultano praticamente uguali e la numerazione delle pagine prosegue da un libro all'altro.

Le copertine dei tre volumi a confronto.
La lettura del primo libro porta ad innamorarsi e prendere anche gli altri due. Dal secondo si cambia registro rispetto alla prima parte: qui non c'è più sporcizia, le pagine sono pulite e scopriamo che tutto il primo capitolo era il racconto che il protagonista sta facendo ad un cronista radiofonico un anno dopo gli avvenimenti narrati. Inoltre abbiamo precisi riferimenti geografici e temporali, che prima si potevano solo intuire (Berlino, aprile 1960) e scopriamo che i personaggi sono coscienti di essere animali. Queste non sono le uniche novità, perché l'autore inserisce un livello superiore in cui dialoga con il proprio "editor interno" che abita nella sua testa. In questo livello narrativo ci sono anche sequenze fotografiche, veri e propri fotoromanzi brevi. La lettura del secondo volume scorre molto bene, nel terzo risulta un po' eccessivo lo spazio dedicato alle discussioni sui massimi sistemi. Ad un certo punto il racconto si interrompe e riprende dopo oltre cento pagine durante le quali l'autore disquisisce sul fumetto, sulla narrazione in generale, su se stesso. Inserisce 8 tavole scartate dal primo volume, qualche schizzo preparatorio, molte fotografie, brevi fotoromanzi; il tutto impaginato sempre in modo diverso. Bello da vedere, interessante da leggere, ma estremamente noioso; un proverbio recitata: "il gioco è bello quando dura poco" e questo dura veramente troppo.
Se le 488 pagine totali dei tre volumi fossero state distribuite equamente fra tavole a fumetti in cui il racconto procede e sequenze di altro tipo, magari ad intervalli regolari, la lettura sarebbe risultata maggiormente piacevole. In questo modo il primo volume ed il secondo scorrono benissimo, nel terzo ci si blocca. Un saggio breve sul significato del narrare o un altro su quale sia l'originale di un fumetto, stanno bene come prefazione o postfazione, nel mezzo ad un racconto stonano decisamente. Ache le sequenze fotografiche sono paragonabili a "contenuti extra" che di solito stanno alla fine, se non addirittura in una pubblicazione separata, qui sono inserite nel testo.
Con questo l'opera non perde il suo fascino, anzi acquista in originalità; quello che manca è un dosaggio fra narrazione e riflessione. Considerando solo il fumetto, è una storia veramente bella, disegnata e narrata bene. I personaggi, seppur raffigurati come insetti, sono molto umani nei loro comportamenti, spesso imprevedibili.

Tavola dal secondo volume con i protagonisti in intimità e poi un dialogo con l'editor interno.

Sequenza fotografica dal secondo volume; le didascalie riportano un dialogo con l'editor interno..

Tavola dal terzo volume.

Sequenza fotografica dal terzo volume: l'autore (mai inquadrato) distrugge le tavole di questo libro.

I tre voluni sono pubblicati dall'Associazione Culturale Double Shot e possono essere ordinati in fumetteria o in Internet.

giovedì 8 settembre 2016

Ultime letture: Historica n. 42

C'erano una volta i fumetti di guerra, perlopiù di produzione inglese, tascabili in bianco e nero, piuttosto ingenui. Oggi nessuno li ricorda se non per ripescare quelli disegnati anonimamente da autori poi diventati molto famosi. Adesso ci sono questi, di produzione francese, nel classico formato album a colori, decisamente realistici. Probabilmente fra un po' di tempo nessunio li ricorderà.
Il n. 42 della collana Historica ospita Il Fronte Orientale – La battaglia di Kursk di Olivier Speltens, un libro anche piacevole da leggere ma che al termine non lascia granché. Si possono anche apprezzare diverse cose in questo libro, ad esempio i siparietti come quello nella prima tavola qua sotto o immagini molto forti come nella seconda, ma resta la pochezza dell'insieme. Da opere del genere, a differenza che dai tascabili di cui sopra, ci si aspetta qualcosa di più.



Il libro è pubblicato da Mondadori Comics e si trova facilmente in libreria e fumetteria.

martedì 6 settembre 2016

Ultime letture: La repubblica del catch

Un libro importante con vari livelli di lettura. Anche la semplice fruizione della storia risulta estremamente piacevole e spinge a divorare le 216 tavole in un'ora. Nicolas De Crécy riesce a coniugare il proprio universo con alcune delle carateristiche del fumetto giapponese, al cui mercato era destinata l'opera. Il ritmo è incalzante, i disegni accattivanti, i personaggi stupendi. Un'opera più facile da leggere rispetto alla precedente Il celestiale Bibendum ma ugualmente apprezzabile.




Il libro è pubblicato da Eris edizioni, costa 17,00 Euro e può essere ordinato in libreria o fumetteria.

domenica 4 settembre 2016

Ultime letture: Color Tex n. 9

Tito Faraci alla sceneggiatura è una garanzia di originalità e non delude con questa ennesima avventura di Tex. La trama principale vede il ranger lontano da casa farsi assumere come cowboy per smascherare un fuorilegge di cui non conosce la fisionomia. Il finale riserverà una sopresa e nel frattempo si sviluppa anche una sottotrama dei Sioux, questa dallo sviluppo piuttosto classico. Con il disegno pulito di Mario Milano l'albo si legge con piacere, ad un ritmo decisamente diverso da quello delle normali storie di Tex.

Bella tavola con una costruzione particolare. Risalta il contrasto fra il verde nelle vignette a sinistra ed il celeste a destra.

Inconsueta situazione per Tex alle prese con una mandria.

venerdì 2 settembre 2016

Ultime letture: Phobia

Raccolta di cinque brevi fumetti realizzati da David Mazzucchelli fra il 1991 ed il 1996. La prima storia intitolata Dead dog è la più lunga con le sue 17 tavole a due colori ed è tratta dal n. 1 della rivista Rubber Blanket pubblicata dallo stesso autore. Seguono, in bianco e nero: Midori (6 tavole), Stubs (4 tavole), Phobia (6 tavole), Rates of exchange (16 tavole). In totale quindi 49 pagine a fumetti, molto intense nella grande varietà fra una storia e l'altra. Tutto il volume si legge con piacere fra sorprese, curiosità e situazioni anche drammatiche.




Il libro pubblicato nel 2003 da Coconino Press è ancora disponibile sul sito dell'editore al prezzo di 16 euro